Maggio 2022

Questo mese, la primavera è in piena fioritura e così anche le nostre guide per le città e le storie che ruotano intorno a eventi e attività popolari.

Il principato di Monaco è un paradiso del jet set con vista sul Mediterraneo. Credit: Shutterstock

Things to Do in Monaco During the Grand Prix

Il principato più piccolo d’Europa vanta una miriade di cose da vedere e da fare. Scopri dove mangiare, cosa fare e dove dormire a Monaco durante il Gran Premio

Monaco. Il nome è sinonimo di lusso ed evoca il ricordo di principesse americane e film di Alfred Hitchcock. Per molti è solo un sogno (in fondo un residente su tre è milionario), ma la realtà è che Monaco può essere abbordabile se sai dove e come cercare. E con il Gran Premio di Formula 1 di Monaco, che vedrà il suo inizio ufficiale il 29 maggio, questo è il momento perfetto per visitare uno dei più piccoli principati e città-Stato al mondo.

Monaco vanta una storia ricca di tradizione che vede al proprio centro la famiglia reale. La maggior parte degli americani non aveva mai sentito parlare di questa città-Stato fino a quando la stella di Hollywood Grace Kelly non rinunciò a una carriera promettente per sposare il principe Ranieri III di Monaco nel 1956. All’improvviso il principato fece la sua comparsa sul mappamondo, anche se solo in senso figurato. Da quel momento i Grimaldi, che regnano su Monaco dal XIV secolo, hanno visto aumentare ulteriormente la loro popolarità nella città-Stato. Il principe Alberto II e le sue sorelle, Carolina e Stéphanie, in un modo o nell’altro sono finiti tutti sulle pagine dei giornali e hanno contribuito così a mantenere le luci dei riflettori puntate su Monaco. Sono spuntati nuovi hotel dal nulla e nei palazzi signorili un tempo proprietà di abbienti residenti sono stati aperti musei e gallerie d’arte, molti dedicati alla principessa Grace. 

Monaco

Sebbene abbia una superficie di appena 2 km2, la gran parte dei quali si intreccia in strette viuzze a strapiombo sul mare, caratteristica che rende il principato la cornice ideale per la principale gara di Formula 1, Monaco e la sua capitale Monte Carlo vantano un gran numero di attrazioni uniche e ottimi ristoranti. Ecco i nostri consigli su cosa vedere e fare a Monaco questa primavera.

Dove mangiare

Pur avendo uno stretto legame con la Francia per via della vicinanza geografica e della comunanza linguistica, Monaco è un’entità a parte. La cucina monegasca racconta le radici liguri del principato, nonché il suo stretto legame con Francia e Italia e la vicinanza al Nord Africa. Tra i piatti tradizionali si annoverano i barbajuan, saporiti ravioli ripieni di ricotta, bietola e altre erbe e spezie, la fougasse, un pane dolce aromatizzato agli agrumi da gustare a colazione o come merenda, e la socca, una sorta di farinata di ceci che è molto apprezzata come spuntino di mezzanotte o post-discoteca. Anche i frutti di mare locali sono molto diffusi, e la maggior parte dei ristoranti serve pesce.

Esattamente come ci si può aspettare, Monaco vanta una miriade di ristoranti stellati Michelin, dal leggendario Le Louis XV-Alain Ducasse all’Hôtel de Paris fino all’innovativo Pavyllon, un ristorante di Yannick Alléno a Monte Carlo. La maggior parte di questi locali è anche molto costosa. Se vuoi farti notare, Le Blue Bay è la scelta migliore.

Questo ristorante con due stelle Michelin gestito dallo chef Marcel Ravin arricchisce la cucina mediterranea con rivisitazioni caraibiche. Il menù varia settimanalmente e ruota intorno a frutti di mare freschi e carne e verdure a km zero serviti in piatti fabbricati a mano. Il menù comprende la panna montata di uova di pesce, la guancia di vitello al tamarindo aspro e gli antipasti conditi con polvere di curry di Colombo proveniente dalle Indie Occidentali.

E per piatti più semplici vai da Puzzle, un accogliente ristorante che serve cucina mediterranea in una location moderna e chic. Puzzle è particolarmente apprezzato per i suoi pokè freschi, i piatti crudi e le tartare.  E per un assaggio di Messico in Europa, da Sexy Tacos troverai piatti tipici come nopales tostada (insalata di cactus e fagioli) e il saporito e affumicato mole poblano (pollo stufato con una ricca salsa al cioccolato). E non spenderai una fortuna! 

Cosa fare

In quanto meta delle vacanze di persone ricche e famose, a Monaco non mancano le attrazioni e le attività per lo svago. Il Casinò di Monte Carlo, il cui splendido edificio risale alla Belle époque, è notoriamente il luogo più chic della città. Sfida la fortuna a blackjack o a baccarat, o divertiti con la roulette nella Salle Europe. I residenti non possono entrare nel Casinò, quindi approfittane per uscire fingendo di essere James Bond, assicurati solo di calarti bene nella parte. Calci e pugni non sono permessi.

I fan del Gran Premio rimarranno estasiati di fronte alla Collezione di automobili di Sua Altezza Reale il Principe di Monaco, un museo di 1500 m2 nel quale sono esposte quasi 100 automobili d’epoca americane ed europee (Hispano Suiza, Rolls Royce, Napier, Delage ecc), nonché numerose carrozze trainate da cavalli ed ex automobili di Formula 1. Erano tutte parte della collezione personale del principe Ranieri III. 

E se vai a Monaco per il Gran Premio, sappi che i visitatori possono percorrere il circuito in macchina o a piedi una volta finita la gara. Dal 1950 i piloti di Formula 1 attraversano le tortuose strade intorno a Monaco, dalla curva di Santa Devota al Casinò di Monte Carlo fino all’Hôtel de Paris e alla curva Mirabeau e al traguardo vicino a Antony Noghès. Il circuito è elettrizzante già a velocità normali, ma se percorso a velocità eccessive può rivelarsi fatale per i piloti inesperti.

E dopo tutta questa adrenalina, è arrivato il momento di rilassarsi. Adagiata sulle rive del Mediterraneo, la spiaggia Larvotto vanta un lungomare ombreggiato, sabbia bianca e spessa e un’area attrezzata per persone con disabilità o mobilità ridotta. Altre due spiagge (Crique de Pêcheurs e Solarium) sono facilmente raggiungibili a piedi. La prima è perfetta per gli splendidi panorami che offre, la seconda è adatta ai nuotatori esperti.

Qualunque soggiorno a Monaco non è completo senza andare al Le Bar Americain. Questa raffinata location per la vita notturna si trova all’interno dell’Hôtel de Paris Monte-Carlo. I suoi interni in legno, completi di morbide poltrone in pelle e luci soffuse, vedono sfilare ogni giorno diverse celebrità e influencer. Sorseggia un cocktail Condamine con infusione all’arancia sulla terrazza e chiudi gli occhi mentre le note della musica jazz dal vivo e dei grandi classici della musica francese si diffondono trasportate dalla leggera brezza. La conclusione perfetta per qualsiasi viaggio a Monaco o Monte Carlo.   

Dove dormire

Hotel Metropole Monte-Carlo

Edificato originariamente nel 1886, l’originale Hotel Metropole conquistò i facoltosi turisti che scelsero Monte Carlo come meta delle loro vacanze estive. Oltre 100 anni più tardi, l’hotel è stato oggetto di una massiccia ristrutturazione che ha mantenuto i suoi esterni in stile Belle époque e ne ha modernizzato gli interni. 

Le camere vantano un arredamento moderno con dettagli contemporanei. Qui troverai tessuti con stampe e colori in tonalità neutre a fare da base a letti e poltrone, banconi in marmo e vasche da bagno con getti d’acqua. Da molte camere è possibile godere di viste magnifiche sul Mediterraneo e sui cipressi.

Monaco

Port Palace

Questo boutique hotel di 50 camere è situato vicino al porto di Monte Carlo ed è perfetto per chiunque voglia assistere al Gran Premio di Monaco o visitare il Monaco Yacht Show. L’unicità dell’hotel risiede nella scelta dei colori, con una prevalenza di turchese e arancio. Le confortevoli camere, arredate in stile moderno, presentano pavimenti in legno massiccio e lussuosi bagni in marmo nelle suite. Dopo una giornata di shopping rilassati nell’hammam della spa Beauty Angels al piano terra.