Nessuna città europea è troppo piccola per diventare una destinazione festiva a Natale. Credit: Shutterstock

Cinque destinazioni europee alternative per celebrare il Natale

Evita la folla nelle principali città europee durante le festività natalizie e visita invece questi luoghi più piccoli ma affascinanti

Ogni inverno, in tutta Europa, i cieli si ingioiellano di caldi riflessi di luce e l’aria è intrisa di spezie e dei profumi del legno che brucia sul fuoco. Con l’avvicinarsi del Natale, le destinazioni in tutto il continente festeggiano riempiendo le loro piazze di mercatini, addobbando le strade con decorazioni e esibendo incantevoli rappresentazioni e spettacoli.

Il Natale è un momento gioioso, là dove persone di ogni ceto sociale si riversano nelle città per partecipare a questi rituali. Ciò però spesso significa anche che le più grandi città europee – pensiamo a Londra, Parigi e Berlino – si riempiono spesso di folle. Per concederti l’atmosfera e l’allegria, ma con meno persone intorno, abbiamo pensato ad alcune destinazioni più piccole che ti porteranno ugualmente nello spirito festivo.

Bolzano, Italia


Durante il Natale, è in particolare la città di Napoli ad essere presa particolarmente d’assalto per la sua tradizione del presepe. Ovviamente il Sud ha il suo fascino, ma a noi piace anche la tranquillità di Bolzano, a Nord.

Bolzano

Capoluogo dell’Alto Adige, Bolzano ha avuto una storia turbolenta sotto il dominio austriaco, tedesco e italiano, che si palesa mentre esplori questa città collinare ai piedi delle Dolomiti. Una metà della città è costituita da edifici spogli, di epoca fascista. L’altra è invece piena di pittoreschi edifici gotici, che non sembrerebbero fuori luogo in Baviera. Durante l’ultimo mese dell’anno, la città si anima comunque con il più grande mercatino di Natale d’Italia. La piazza Walther vanta 80 bancarelle di legno che offrono prelibatezze, oggetti artigianali, e bevande calde: il succo di mela è un’ottima alternativa all’onnipresente vin brulè. Circondato dalla vista delle montagne innevate, ti sentirai come se fossi nella tua palla di neve personale.

Colmar, Francia

Se hai mai desiderato di entrare in una scenografica cartolina di Natale, Colmar è il luogo che fa per te. Situata in Alsazia, la città francese è famosa per i suoi edifici a forma di scatola di cioccolato, che risalgono al Medioevo. Queste dolcissime dimore, con le loro persiane rustiche e le travi di legno, diventano ancora più affascinanti nei mesi che precedono il Natale, poiché ogni centimetro è ricoperto di decorazioni. Le strade strette sono drappeggiate da fili di luci scintillanti e stelle luminose penzolano a mezz’aria sopra chalet di legno che servono moltissime prelibatezze.

Colmar

A Colmar non ci sono uno, ma sei mercatini di Natale! Per una vera esperienza francese, visita il mercato gastronomico in Place de la Cathédrale. Aspettati nove bancarelle tutte dedicate alla cucina alsaziana. Trova lo stand che offre Bouchée à la Reine, un vol-en-vent di pasta frolla al burro, ripieno di una cremosa salsa di funghi e condito con sottili fette di manzo.

Galway, Irlanda

Porto principale dell’Irlanda occidentale, Galway è un ottimo posto per entrare nello spirito natalizio. Come mai? Il santo patrono della città è San Nicola di Myra, proprio il San Nicola che ha ispirato il Babbo Natale dei giorni nostri. La Collegiata di San Nicola di Galway è a lui dedicata. Durante l’Avvento, la chiesa ospita diversi concerti canori. Aalla luce delle candele, le dolci armonie del coro animano la chiesa medievale. Molto toccante, è un luogo di riflessione e pace durante il frenetico periodo natalizio.

Galway

Per una tradizione più secolare, assisti a una pantomima. Risalente all’epoca vittoriana, questi spettacoli intrattengono da allora la gente del posto. Basati su fiabe, sono performance tumultuose, in cui gli attori – alcuni dei quali si travestono – portano volontariamente il pubblico fuori strada con canzoni stupide e piani ben architettati. Per assistere, procurati i biglietti per lo spettacolo annuale al Town Hall Theatre, dove la Renmore Pantomime Society intrattiene gli abitanti del luogo da oltre 40 anni.

Malaga, Spagna 

Per una svolta leggermente diversa dalla solita atmosfera natalizia, trascorri il periodo festivo nel sud della Spagna. Per compensare l’assenza di neve e gelo, Malaga entra nell’atmosfera festosa con un’abbondanza di luci natalizie. Si dice che in tutta la città splendano quasi 2 milioni di LED.

Malaga

Nel centro della città, Calle Larios vanta 22 archi illuminati. Le foreste ispireranno i temi di quest’anno, quindi aspettati un’allegra interpretazione dei boschi con motivi di foglie e tante stelle per illuminare il cielo scuro. Mentre esplori la città, scoprirai che quasi ogni centimetro è coperto da decorazioni abbaglianti. Passeggia tra i mandorli dell’Alameda Principal o ammira gli imponenti alberi di Natale nelle piazze più grandi di Malaga. Le luci rimangono fino all’Epifania, il 6 gennaio, il giorno più significativo delle celebrazioni delle festività spagnole, quindi puoi godertele anche nel nuovo anno.

Malmo, Svezia

La regione svedese meridionale di Skåne abbraccia pienamente lo spirito del Natale, in particolare nella sua capitale, Malmö. La Svezia ha una gamma di tradizioni uniche che non troverai da nessun’altra parte. Se la visiti all’inizio di dicembre, partecipa alle celebrazioni annuali di Santa Lucia il 13 dicembre. Per vedere la processione, dirigiti a Stortorget, la piazza principale di Malmö. Una volta che il sole è tramontato, un gruppo di ragazzi e ragazze vestiti di bianco e con in mano delle candele, sfila per le strade, cantando canzoni.

Malmo

Dopo essere stato incantato dalle tradizioni legate a Santa Lucia, riscaldati con un tradizionale Julbord nelle volte della cantina a Rådhuskällarens. Qui troverai una tavola di Natale che si solleva sotto il peso di un buffet scandinavo: aringhe in salamoia, salumi, piatti caldi e dessert. Per una vera esperienza svedese, assicurati di provare del pan di zenzero.