Firenze è una delle più belle destinazioni turistiche d’Italia e di tutta Europa. Credit: Shutterstock

Firenze: una guida alla città

Sono passati 700 anni dalla morte di Dante, ma la sua città natia non ha mai perso l’atmosfera stimolante che la caratterizza

Si dice che a Londra ci siano così tanti topi, che chiunque vive nella metropoli non si trova mai a più di due metri di distanza da uno di questi piccoli animali. Visitando Firenze si avverte una sensazione simile, ma decisamente più piacevole: qui a circondarti saranno infatti splendide chiese e affascinanti musei. Il capoluogo toscano è la destinazione ideale per un’elegante vacanza all’insegna del buon gusto: terra natia della casa di moda Gucci e, a quanto si dice, anche del gelato, Firenze è considerata da sempre la culla del Rinascimento, periodo che si è cristallizzato nell’architettura del suo centro storico, dichiarato patrimonio mondiale dell’umanità dall’UNESCO nel 1982. Per riuscire a vedere tutto ciò che questa città ha da offrire, però, dovrai organizzarti bene.

Dove mangiare

La cucina italiana non ha certo bisogno di presentazioni. La gastronomia toscana, con i suoi ingredienti freschissimi provenienti direttamente dai produttori, è tra le migliori della penisola. Sebbene a Firenze ci siano moltissimi posti per fare le classiche scorpacciate di carboidrati a base di piatti di pasta e fette di pizza, una vacanza in questa città è l’occasione perfetta per provare i piatti della tradizione contadina: squisite zuppe rustiche ma anche la celebre bistecca alla Fiorentina, rigorosamente di carne di Chianina, l’antica razza bovina locale.

Il Mercato Centrale, situato nel quartiere di San Lorenzo, con il suo affascinante tetto in vetro e ferro battuto è il luogo ideale per provare alcuni dei migliori piatti regionali: i grandi tavoli comuni, i negozi di artigiani, la musica dal vivo, la mozzarella freschissima e le tante specialità fiorentine attraggono ogni anno tantissimi turisti e buongustai locali. 

Per un pasto davvero indimenticabile, devi assolutamente prenotare al Borgo San Jacopo: c’è chi farebbe carte false pur di cenare a lume di candela su uno dei tavoli della sua terrazza, contemplando l’Arno e il Ponte Vecchio. I menù degustazione del giovane chef toscano Claudio Mengoni, che includono piatti d’autore come il maialino da latte in porchetta con scorzonera e la calamarata allo scorfano, sono valsi al ristorante una stella Michelin.

Si dice che Firenze sia anche la terra natia del gelato: forse è proprio in virtù di questa leggenda che c’è fila davanti a ogni gelateria della città. Tra le migliori ci sono Vivoli, aperta nel 1929 in via Isole delle Stinche, e Grom, che ogni mese cambia menù e crea un nuovo gusto di gelato ispirato ai classici italiani, una strategia che attira moltissimi clienti disposti a fare code chilometriche pur di accaparrarsi un cono o una coppetta.

Cosa fare

Firenze possiede il raro dono di trasformare anche le persone più indifferenti all’arte in grandi appassionati. Se fai parte di questa cerchia, non temere: per tua fortuna, ti basterà una passeggiata in centro per vedere alcune tra le opere d’arte più belle della città (e del mondo).

Gli Uffizi custodiscono una delle collezioni d’arte rinascimentale più celebri al mondo, con lavori di Michelangelo, Leonardo da Vinci, Botticelli, Giotto e Caravaggio, oltre ad alcuni bozzetti della Divina Commedia poco conosciuti.

Fuori dalla Galleria dell’Accademia si formano spesso delle lunghe file, e per una buona ragione: il famoso David di Michelangelo è custodito proprio qui. Se hai dimenticato di prenotare i tuoi biglietti d’ingresso, puoi sempre andare a vedere la replica di questa possente statua posizionata di fronte a Palazzo Vecchio.

Ti piace fare turismo ad alta intensità? Allora percorri i 463 gradini della cupola del Brunelleschi, gioiello architettonico della cattedrale di Santa Maria del Fiore, meglio nota come Duomo di Firenze. In cima ti aspetta una stupenda vista sulla città, assolutamente da non perdere.

Il centro storico di Firenze è stato dichiarato patrimonio mondiale dell’umanità dall’UNESCO nel 1982. Credit: Ben Dove/Unsplash

Se vuoi unire al fascino di un giro turistico la bellezza delle vetrine dei negozi, ti basterà attraversare Ponte Vecchio. Infine, anche se forse l’idea ti sembrerà tutt’altro che allettante, dato che andare in farmacia durante una vacanza non è mai un buon segno, tuttavia ti consigliamo una visita alla Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella, una delle più antiche farmacie al mondo: qui ogni amante dei prodotti di bellezza può sbizzarrirsi e fare scorta di saponi fatti a mano e profumi di lusso.

Dove stare

Gallery Hotel Art 

Il cognome Ferragamo è sinonimo di stile fin dal 1927, anno in cui il presidente della Lungarno Collection, padre di Leonardo Ferragamo, si stabilì a Firenze e aprì la sua prima boutique. A completare la storia del celebre marchio italiano di accessori si è aggiunta una catena alberghiera che offre ristoranti stellati, terrazze all’ultimo piano e, grazie al Gallery Hotel Art, perfino mostre temporanee.

Questo elegante hotel boutique (teoricamente il primo hotel di design in Italia) si trova a cinque minuti a piedi dalla galleria degli Uffizi, vicino a Ponte Vecchio. Se gli Uffizi non hanno soddisfatto la tua sete di cultura, qui avrai l’imbarazzo della scelta: l’edificio stesso, progettato dall’architetto fiorentino Michele Bönan, è un’opera monumentale che ospita al suo interno e in Vicolo dell’Oro, una piccola piazza di fronte all’hotel, una mostra d’arte contemporanea che cambia di anno in anno.

Oltre alle opere di artisti del calibro di David LaChapelle e Andy Warhol, all’interno dell’hotel è presente anche una biblioteca piena di libri da leggere con un buon caffè, nonché un ristorante fusion che unisce cucina giapponese e peruviana. Non c’è nemmeno bisogno di dirlo: i tre attici al settimo piano del Gallery Hotel Art offrono i migliori panorami del capoluogo toscano. 

Hotel Brunelleschi

Grazie alle dimensioni compatte e all’abbondanza di tesori artistici che caratterizzano la città, ogni hotel di Firenze si trova vicino a tappe imperdibili per qualsiasi turista. Se però ti vuoi concentrare sulla sua spettacolare cattedrale, devi assolutamente alloggiare all’Hotel Brunelleschi: non solo si trova a soli due minuti a piedi dal Duomo, ma molte delle sue camere offrono la vista sulla celebre cupola in terracotta di Santa Maria del Fiore. C’è perfino una pool suite con terrazza e piscina per ammirare il panorama comodamente immersi nell’acqua. Non lasciarti ingannare dai lavori di ristrutturazione effettuati nel 2013: l’hotel sorge tra una torre bizantina e una chiesa medievale; non a caso, vi alloggia il protagonista de Il codice Da Vinci di Dan Brown.